-

Gli elementi decisivi

PS7-PONTIERI
Le gravi cerebrolesioni acquisite, rappresentate da patologie acute e/o dal rapido e severo aggravamento di patologie degenerative croniche del sistema nervoso che comportano un severo grado di disabilità non necessariamente legato alla condizione di coma o ad altro disturbo di coscienza, rappresentano la principale causa di disabilità dell’adulto-anziano e, considerando l’incremento dell’aspettativa di vita, sono destinate ad acquisire ulteriore rilevanza epidemiologica. I percorsi post-acuzie nelle gravi cerebrolesioni acquisite

di Francesco E. Pontieri

Superata la fase di ospedalizzazione per acuti, la neuroriabilitazione ospedaliera di alta specialità ha un ruolo fondamentale nell’ambito del processo di recupero e ottimizzazione degli esiti. La complessità dei meccanismi fisiopatologici alla base del danno neurologico e la frequente associazione di deficit motorio con alterazioni cognitive e comportamentali complicano il processo riabilitativo e, se non adeguatamente gestite, peggiorano l’outcome del paziente. La neuroriabilitazione ospedaliera deve quindi fondarsi su strategie e percorsi specializzati ed adeguati, differenti, più complessi e più impegnativi rispetto alla rieducazione funzionale, disciplina riferita al recupero di disordini muscolo-scheletrici o compromissioni neurologiche meno complesse. Inoltre, il progresso delle applicazioni tecnologiche biomediche e le possibilità offerte dalla teleriabilitazione hanno fornito un ulteriore elemento di sviluppo del processo neuroriabilitativo. Tutto ciò ha contribuito all’evoluzione della neuroriabilitazione post-acuzie come disciplina scientifica ad alta valenza tecnologica e non solo opzione di trattamento per il recupero funzionale.

L’ottimizzazione del percorso neuroriabilitativo post-acuzie è fondata su diversi elementi, in particolare tempestività di intervento, complessità del trattamento, utilizzo di metodologie avanzate e capacità di identificare precocemente e modulare nel tempo le finalità e potenzialità di risultato.

Leggi l’articolo integrale di Francesco E. Pontieri* su PANORAMA DELLA SANITÀ n. 7 luglio 2022

*Dipartimento di Neuroscienze, Salute Mentale e Organi di Senso, Sapienza Università di Roma – Unità Programmatica Tecnologie Avanzate Applicate alla Neuroriabilitazione, UOC di Neurologia, Azienda Ospedaliera Universitaria Sant’Andrea di Roma

________________________________________________________________________________________________

 

Sfoglia il nuovo numero di luglio di PANORAMA DELLA SANITÀ. Come ogni mese il dibattito aperto ha coinvolto numerose firme importanti del nostro settore, in un dialogo referenziato che mira a coinvolgere e contribuire ad una sempre più nuova visione del nostro sistema sanitario.

 

Hanno scritto per noi: Matteo Balestrieri, Simone Baratto, Carlo Caltagirone, Valerio Caso, Pietro Derrico, Raffaele Di Mauro, Giovanni Fabbrini, Francesco C. Faggiano, Bernardino Fantini, Carla Garlatti, Mario Melazzini, Claudio Mencacci, Giuseppe Maria Milanese, Manuel Monti, Pietro Antonio Patané, Fabrizio Polverini, Francesco E. Pontieri, Valerio Filippo Profeta, Francesco Rocco Pugliese, Walter Ricciardi, Matteo Ritrovato, Angelo Tanese, Marco Trabucchi, Andrea Vianello, Mauro Zampolini

Print Friendly, PDF & Email