-

Prevenzione congiunta della corruzione nella sanità

speranza busia
Protocollo d’Intesa fra l’Autorità Nazionale Anticorruzione e il ministero della Salute

Rafforzare la collaborazione fra le parti, e a promuovere iniziative congiunte di prevenzione della corruzione e di contrasto al verificarsi di fatti di maladministration. È questo l’obiettivo del Protocollo d’Intesa fra l’Autorità Nazionale Anticorruzione e il ministero della Salute firmato ieri in un incontro al quale hanno preso parte il Ministro Roberto Speranza, e il Presidente di Anac Giuseppe Busia. “Con questo impegno sottoscritto con il Ministro della Salute, vogliamo consolidare e irrobustire la cultura della trasparenza e della legalità nel settore sanitario”, ha dichiarato il Presidente Busia. “Inoltre intendiamo garantire la corretta attuazione e applicazione della normativa in materia di contratti pubblici, anche con riferimento agli ambiti di intervento del Pnrr”.

L’accordo “servirà a fare in modo – ha sottolineato Speranza – che ogni euro speso in sanità serva effettivamente per la salute dei cittadini.
Rafforzare il Servizio Sanitario Nazionale vuol dire anche proteggerlo dall’illegalità”.

Tra gli obiettivi del memorandum firmato anche quello di mettere in campo buone pratiche nel contesto delle iniziative di progressiva digitalizzazione, semplificazione e reingegnerizzazione delle procedure nel settore sanitario, anche con riferimento alle reti di prossimità, strutture e telemedicina per l’assistenza sanitaria territoriale, previste dal Pnrr. Per favorire il lavoro comune sarà costituito un gruppo di lavoro congiunto con Agenas, l’’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali.

Print Friendly, PDF & Email