-

Pubblicate le Raccomandazioni per lo screening neonatale uditivo e visivo

From above doctor with special tool on head checking eyes of adorable baby lying on bed
Il documento fornisce una panoramica sulla attuale organizzazione del sistema screening nel suo insieme e sui potenziali ambiti di implementazione.

Il 18 luglio 2022, è stato pubblicato il Rapporto ISTISAN 22/17 Screening neonatale uditivo e visivo: raccomandazioni, a cura di Domenica Taruscio, Luciano Bubbico e Paolo Salerno per il Gruppo di studio per lo screening neonatale uditivo e visivo. L’Organizzazione Mondiale della Sanità considera la prevenzione secondaria della sordità e dell’ipovisione, effettuata attraverso l’introduzione di programmi di screening neonatali, la chiave per ridurre drasticamente gli effetti invalidanti delle patologie neurosensoriali congenite più frequenti alla nascita, raccomandando che “tutti i neonati abbiano accesso allo screening entro il primo mese di vita secondo protocolli standardizzati”.

“Il Rapporto – spiega il ministero della Salute  – è stato elaborato nell’ambito delle attività progettuali della Azione Centrale del Centro nazionale per la prevenzione ed il controllo delle malattie (Ccm) 2018 del Ministero della Salute Sordità infantile e patologie oculari congenite. Analisi dell’efficacia ed efficienza dei protocolli di screening uditivo e visivo neonatale.

Questa è la prima serie di raccomandazioni nazionali per i professionisti coinvolti nella diagnosi, cura e gestione dello screening dell’udito e della vista che guideranno lo sviluppo di servizi multidisciplinari e politiche pubbliche per migliorare la vita dei neonati. Il documento fa riferimento all’art. 38 del DPCM 12 gennaio 2017 di definizione dei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA) e fornisce una panoramica, seppur non esaustiva, sulla attuale organizzazione del sistema screening nel suo insieme e sui potenziali ambiti di implementazione.

Nell’ambito delle attività progettuali svolte a garanzia dell’obiettivo generale e degli obiettivi specifici previsti dall’Azione centrale CCM citata, l’Unità Operativa di coordinamento dell’Istituto Superiore di sanità- ISS, in stretta collaborazione con l’Unità Operativa dell’Istituto Nazionale per l’Analisi delle Politiche Pubbliche- INAPP e il Comitato Tecnico Scientifico – CTS, istituito durante i lavori, ha ritenuto necessario implementare la formazione degli operatori sanitari impegnati in programmi di screening uditivo e visivo neonatale su tutto l’ambito nazionale.

Corso di Formazione a Distanza (FAD) per i professionisti sanitari

Con l’obiettivo di diffondere tra i professionisti sanitari impegnati nel settore le conoscenze sulle ipoacusie e ipovisioni congenite, sulle loro cause e sulle procedure tecniche degli screening neonatali uditivo e visivo, il Centro Nazionale Malattie Rare (ISS) e il Servizio di Formazione (ISS), in collaborazione con l’Istituto Nazionale per le Analisi delle Politiche Pubbliche (INAPP), hanno organizzato il Corso di Formazione a Distanza (FAD) sullo Screening neonatale uditivo e visivo.

Il corso FAD è gratuito, disponibile su piattaforma EDUISS dal 30 maggio 2022 al 21 dicembre 2022 ed è previsto l’accreditamento ECM per tutte le professioni sanitarie.

Il programma è disponibile sul sito dell’Istituto Superiore di Sanità al link della piattaforma  EDUISS

Le iscrizioni sono aperte fino al 14 Dicembre 2022

Print Friendly, PDF & Email