-

Cdm: Marcello Gemmato nuovo sottosegretario alla Salute. Niente più obbligo vaccinale per i sanitari

marcello gemmato
Il Cdm nomina 39 sottosegretari. Via l’obbligo vaccinale per il personale esercente le professioni sanitarie.

Marcello Gemmato, farmacista e responsabile sanità di Fratelli d’Italia, è il nuovo sottosegretario alla Salute. Il Consiglio dei Ministri ha nominato trentanove Sottosegretari. Dei nuovi Sottosegretari, otto assumeranno le funzioni di Viceministro. Gemmato, nato a Bari il 21 dicembre 1972, è specializzato in farmacia ospedaliera. Inizia la sua militanza politica da giovane seguendo le orme del padre nel Movimento Sociale Italiano, nel 2012 sceglie di seguire il progetto di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale. E’ stato eletto parlamentare nel 2018 nella circoscrizione Puglia nella lista di Fratelli d’Italia con Giorgia Meloni. Ha ricoperto il ruolo di segretario della Commissione Affari sociali. E’ stato rieletto deputato in questa nuova tornata elettorale.

Il Consiglio dei Ministri inoltre, su proposta del Presidente Giorgia Meloni, del Ministro dell’interno Matteo Piantedosi, del Ministro della giustizia Carlo Nordio e del Ministro della salute Orazio Schillaci, ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti in materia di divieto di concessione dei benefìci penitenziari nei confronti dei detenuti o internati che non collaborano con la giustizia, nonché in materia di entrata in vigore del decreto legislativo 10 ottobre 2022, n. 150, di obblighi di vaccinazione anti SARS-COV-2 e di prevenzione e contrasto dei raduni illegali.

Il testo relativo alla salute “modifica – si legge in una nota del Cdm – le disposizioni vigenti in materia di obbligo vaccinale, in considerazione del mutato quadro epidemiologico. Si anticipa dal 31 dicembre al 1° novembre 2022 la scadenza dell’obbligo vaccinale per il personale esercente le professioni sanitarie, per i lavoratori impiegati in strutture residenziali, socio-assistenziali e socio-sanitarie e per il personale delle strutture che effettuano attività sanitarie e sociosanitarie. Inoltre, con specifico riguardo alla categoria degli esercenti le professioni sanitarie, si elimina la misura della sospensione dall’esercizio della professione, al fine di contrastare la grave carenza di personale sanitario che si registra sul territorio”.

Zaia (Veneto): Sul covid scelte di buon senso, garantita sicurezza là dove serve

“Le scelte adottate dal Consiglio dei Ministri in materia di Covid mi trovano d’accordo: sono decisioni improntate al buon senso, che garantiscono la sicurezza là dove serve”. Lo dice il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, commentando le decisioni assunte oggi dal Governo riguardo alle nuove norme sulla pandemia. “Il rientro in servizio dei sanitari non vaccinati ad esempio – aggiunge Zaia – è una misura che io stesso auspico da tempo, anche perché l’approccio generale verso questo virus nel tempo deve inevitabilmente cambiare, andando verso una situazione di convivenza, dove, più delle norme, vale l’attenzione e l’intelligenza nei comportamenti di ogni singolo individuo. Il rientro in servizio di migliaia di sanitari inoltre, costituisce un grande aiuto per dare una risposta alla carenza di medici che sta interessando tutta Italia. In Veneto sono attualmente 605 gli operatori della sanità sospesi pronti a rientrare – rende noto il Presidente Zaia – dei quali 12 medici, 182 infermieri, 202 operatori socio sanitari: vi sono anche alcuni farmacisti, biologi, tecnici e personale amministrativo. Da inizio pandemia il totale dei professionisti sanitari sospeso è stato di 2516 persone, con 98 medici, 1060 infermieri, 597 operatori socio sanitari, 272 amministrativi, 133 tecnici”. Prosegue Zaia: “Condivido anche la scelta di mantenere l’obbligo della mascherina all’interno degli ospedali e dei luoghi di cura in generale, dove ci sono persone malate, e quindi in condizioni di particolare debolezza, che vanno protette, anche del possibile veicolo del virus costituito dai visitatori. Si tratta di un approccio pragmatico, concreto, che interferisce poco con la vita di tutti i giorni della stragrande maggioranza dei cittadini ma invece continua a proteggere i pazienti, come peraltro richiesto anche dagli stessi rappresentanti dei medici e delle professioni sanitarie. Sarebbe stato un grandissimo errore togliere la mascherina. Anche a Covid superato l’esperienza ci ha insegnato che la tutela e la difesa dei soggetti fragili è un’azione che va messa in campo anche a prescindere da questo virus. La mascherina negli ospedali è un segno di rispetto e attenzione nei confronti dei ricoverati e degli operatori, ormai ampiamente condiviso e diventato di uso comune in tutti i reparti. Ora in Veneto il Covid sembra complessivamente allentare la presa: ma teniamo alta l’attenzione, cercando di essere sempre un passo avanti al virus, anche nella fase discendente. Continuando i monitoraggi dei nostri esperti, potendo contare orami su dati e analisi particolarmente approfonditi. Con l’occasione voglio mandare un messaggio di vicinanza, direi affetto, a tutti i sanitari che hanno deciso in questi mesi di restare in prima fila a combattere il Covid. Sono moderni eroi ai quali il Veneto deve davvero moltissimo”.

Cossolo (Federfarma): Congratulazioni a Marcello Gemmato, nuovo Sottosegretario alla Salute

“Al nuovo Sottosegretario alla Salute, on. Marcello Gemmato, vanno i nostri auguri di buon lavoro e le nostre più vive congratulazioni per la sua nomina, merito della sua coerenza politica e dell’impegno profuso al servizio del Paese. Siamo lieti che un collega di grande esperienza e professionalità sia stato nominato per ricoprire un incarico di responsabilità e prestigio, in un momento complesso per l’Italia dal punto di vista sociale ed economico. Federfarma è pronta a collaborare con il Ministero per facilitare l’accesso di tutti i cittadini italiani alle prestazioni del Servizio Sanitario Nazionale, attraverso la capillare rete delle oltre 18.000 farmacie sul territorio.” È quanto dichiara il presidente di Federfarma Nazionale Marco Cossolo.

I farmacisti italiani augurano buon lavoro al nuovo Sottosegretario alla Salute Marcello Gemmato

“Le mie più vive congratulazioni e i più sinceri auguri di buon lavoro al collega Marcello Gemmato per la nomina a Sottosegretario alla Salute”, dichiara Andrea Mandelli, presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani (FOFI). “Siamo certi che saprà apportare alla Sanità italiana un contributo di grandissimo valore, mettendo al servizio del Paese una profonda conoscenza delle questioni sanitarie e la sua esperienza professionale di farmacista. L’incarico che gli è stato affidato è di grande rilevanza, in un momento in cui è necessario il massimo impegno per affrontare le criticità derivanti dal contesto internazionale e per proseguire nell’opera di rilancio del SSN. La presenza nella compagine governativa dell’On. Gemmato, al quale sin da subito i farmacisti italiani assicurano la piena disponibilità a collaborare, è una notizia positiva per i cittadini e per i professionisti della salute”.

Cattani (Farmindustria): Buon lavoro al neo Sottosegretario alla Salute

“Auguri sinceri di buon lavoro al neo Sottosegretario alla Salute, onorevole Marcello Gemmato, da parte di Farmindustria”. “Con la sua esperienza parlamentare e la sua competenza potrà dare un contributo importante al Ministero della Salute per rispondere efficacemente alla domanda di salute dei cittadini, a cominciare dall’accesso omogeneo sul territorio a tutte le terapie”. Lo afferma Marcello Cattani, presidente di Farmindustria.

Gli auguri della Fnomceo

“Auguri di buon lavoro al nuovo Sottosegretario alla Salute Marcello Gemmato. Siamo certi che le sue competenze tecniche e politiche insieme saranno preziose per il Servizio sanitario nazionale. La sua esperienza di operatore sanitario sul territorio, unita alla sua lungimirante visione politica potranno veramente portare a una sanità che risponda alle domande di salute dei cittadini”. Così il Presidente della Fnomceo, la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri, Filippo Anelli, accoglie la nomina di Gemmato. “Bene anche la conferma dell’obbligo – continua – di utilizzo delle mascherine negli ospedali e nelle Rsa: un provvedimento che va nella direzione di proteggere i più fragili. Abbiamo apprezzato le parole del Ministro della Salute, Orazio Schillaci, a sostegno dei vaccini e il ringraziamento ai medici e agli operatori sanitari per il lavoro svolto durante la pandemia.  Per quanto riguarda la Salute, siamo fiduciosi che il Governo affronti ora le conseguenze del Covid, puntando sui professionisti con il giusto piglio e operatività”.

Cittadini (Aiop): Congratulazioni al nuovo Sottosegretario alla Salute Marcello Gemmato

“All’onorevole Marcello Gemmato, nuovo Sottosegretario alla Salute del Governo Meloni, giungano le nostre più vive congratulazioni”. Così Barbara Cittadini, presidente nazionale di Aiop, l’Associazione italiana ospedalità privata, in merito alla nomina dell’onorevole Marcello Gemmato a Sottosegretario alla Salute. “Una nomina prestigiosa e importante, perché la sanità rappresenta un pilastro del nostro welfare e un diritto costituzionalmente garantito, da tutelare e promuovere con determinazione e unità di intenti. Siamo certi che Gemmato, grazie alla sua indubbia esperienza e competenza, saprà valorizzare tutte le componenti del Servizio Sanitario Nazionale, con grande senso di responsabilità e visione di sistema, in un momento di drammatica crisi economica e sociale. Aiop, quale rappresentante della componente di diritto privato del SSN, è pronta a lavorare in piena sinergia con il Ministero, con le sue 574 strutture, presenti in modo capillare sull’intero territorio nazionale, e l’impegno quotidiano dei suoi professionisti”.

I complimenti e gli auguri della Fnopi

La Federazione Nazionale degli Ordini delle Professioni Infermieristiche si congratula con il Sottosegretario alla Salute Marcello Gemmato. “La Federazione è certa – afferma la Federazione in una nota – che la sua esperienza e l’alta competenza saranno di proficuo stimolo per orientare le scelte del Servizio Sanitario Nazionale verso il raggiungimento degli obiettivi a cui il Paese deve aspirare. Il nostro Paese ha bisogno di rafforzare il proprio sistema sanitario, di definire modelli organizzativi e di governance improntati sulla costruzione di reti di prossimità territoriale per garantire cure integrate, accessibili e di qualità, più aderenti ai nuovi bisogni della popolazione. In questo processo di rinnovamento sarà cruciale la valorizzazione del ruolo professionale degli infermieri, patrimonio umano e professionale che ha già dato prova di rappresentare il punto di forza del nostro sistema salute. Nell’augurare buon lavoro al neo sottosegretario, la Fnopi  manifesta sin d’ora piena disponibilità per avviare un dialogo proficuo sui temi della salute.

Gli auguri della Fondazione Cannavò al Sottosegretario Gemmato 

La Fondazione Cannavò rivolge i più fervidi rallegramenti e gli auguri di buon lavoro all’Onorevole Dott. Marcello Gemmato per la nomina a Sottosegretario di Stato al Ministero della Salute. “La nomina dell’on. Marcello Gemmato a Sottosegretario al Ministero della Salute” dichiara il sen. Luigi d’Ambrosio Lettieri, Presidente della Fondazione Cannavò “ è motivo di orgoglio per l’intera comunità professionale. La sua profonda conoscenza della governance sanitaria e l’esperienza politica maturata nella precedente legislatura sono garanzia di efficacia operativa per la messa in sicurezza del Servizio Sanitario Nazionale e per il rilancio della sanità territoriale di cui i farmacisti e le farmacie sono parte strategica è fondamentale. All’illustre collega Marcello Gemmato giungano parte della Fondazione, i più fervidi rallegramenti e gli auguri di buon lavoro”.

Fadoi: Bene Schillaci su proroga obbligo mascherine in ospedale e buon lavoro a gemmato

“Ha fatto bene il Ministro della Salute, Orazio Schillaci a prorogare l’obbligo di indossare la mascherina all’interno delle strutture sanitarie perché il provvedimento va nella direzione di proteggere i più fragili e tutta la comunità del Ssn”. Lo afferma il presidente della Fadoi, Dario Manfellotto. “A titolo personale e a nome di tutta la Federazione dei medici internisti desidero poi fare i migliori auguri di buon lavoro al nuovo sottosegretario alla Salute, Marcello Gemmato confidando che con la sua esperienza possa portare un contributo importante alla tutela della salute degli italiani e del nostro Ssn”, conclude Manfellotto.

Print Friendly, PDF & Email