-

“Sintonia tra Ingegneria Clinica e Sihta”

Umberto Nocco aiic
Il presidente Aiic Umberto Nocco: La collaborazione con Sihta  pone – come in tutti gli ambiti che si occupano di Hta – l’Ingegnere Clinico come ‘inter pares’, figura tecnica utile per la corretta e completa conduzione della valutazione

“La rinnovata presenza al Congresso nazionale Sihta lo scorso 25 e 26 ottobre rappresenta per Aiic un momento di ritorno alla concreta collaborazione reciproca. La valutazione delle tecnologie resta nel DNA dell’Ingegnere Clinico e la collaborazione e il confronto multidisciplinare e interprofessionale rappresentano un momento di accrescimento culturale e di sistema a vantaggio dei pazienti. Tutto questo in un momento in cui il mondo dei DM è in una fase di transizione (anche con qualche scossone, dobbiamo ammetterlo) che richiede una maggiore coesione e capacità di valutazione e definizione delle priorità e degli esiti di salute per i pazienti anche per far fronte alle sfide introdotte dall’applicazione dei Regolamenti 745 e 746. La collaborazione con Sihta  pone – come in tutti gli ambiti che si occupano di Hta – l’Ingegnere Clinico come ‘inter pares’, figura tecnica utile per la corretta e completa conduzione della valutazione secondo le modalità e dimensioni oggi definite anche dal Regolamento europeo dello scorso anno”. Così il presidente dell’Associazione Italiana Ingegneri Clinici, Aiic Umberto Nocco torna a parlare del recente  XV Congresso nazionale della Società Italiana di Hta-Sitha, il soggetto che da anni è riferimento della riflessione complessiva sull’Health Technology Assessment. La presenza ai lavori sia del presidente Aiic, che del responsabile della comunicazione dell’Associazione, Walter Gatti, è la conferma di una sintonia esistente tra Ingegneria Clinica e Sihta, presieduta da Francesco Saverio Mennini (Research Director Eehta del Ceis, Tor Vergata). Nella tre giorni si sono confrontati sui temi della gestione sostenibile dei devices e delle apparecchiature i massimi esperti nazionali, toccando spesso temi che anche Aiic ha sviluppato negli ultimi Convegni nazionali.

Print Friendly, PDF & Email