-

Archive | News

Migranti: non sono un rischio per la salute pubblica

immigratinatalita
Un compendio dell’Iss fa il punto su malattie infettive e immigrazione.

I migranti non rappresentano un rischio infettivo rilevante per la salute pubblica dei paesi ospitanti e, anzi, il maggior rischio di esposizione ad infezioni lo avrebbero i migranti stessi, all’interno delle proprie comunità. Lo sostiene un documento realizzato dall’Istituto Superiore di Sanità (Iss), in collaborazione con esperti internazionali, appena pubblicato sulla Oxford Research Encyclopedia of Global Public Health. “La crescente mobilità umana, di cui la migrazione è una componente tuttavia…

Come Salutequità anche Agenas e Mes certificano gli “esodati” del Servizio sanitario nazionale

donna mascherina
Manca ancora un preciso piano di recupero da parte delle Istituzioni.

La metà dei ricoveri programmati è saltata nei primi sei mesi 2020 a causa della pandemia. Lo ha certificato l’Agenas che la Scuola Sant’Anna di Pisa (Mes) ha condotto e presentato uno studio ad hoc, da cui il “lato peggiore” che emerge è la differenza nelle Regioni, che genera una netta mancanza di equità tra i cittadini. A dicembre lo stesso allarme lo ha lanciato Salutequità, Organizzazione indipendente per la valutazione della qualità delle politiche per la salute, che oltre alla caduta libera di ricoveri (una media …

Errani: finisca contrapposizione aperturisti e rigoristi

vasco errani
“Nelle difficoltà che stiamo incontrando l’emergenza vaccini è determinante. C’è un solo modo di affrontarla: la sospensione dei brevetti” ha sottolineato il senatore di Art. Uno a Palazzo Madama.

“Il tema dell’assistenza domiciliare per i pazienti covid di cui stiamo discutendo oggi è importante e fondamentale, ma sappiamo che c’è un tema più generale che attiene alla sanità territoriale che va affrontato strategicamente. Vi sono realtà e regioni in cui in questi anni si sono fatti veri e propri passi indietro. Occorre confrontarsi…

La fede nella scienza

scienza ricerca
La passione con cui molti scienziati insistono nel dire che nel vaccinarsi i benefici sono di gran lunga superiori ai rischi, mi suscita apprensione. Mi capita sempre quando sento proclamare l’ovvio.

di Giovanni Monchiero*

Non sono molte, infatti, le attività umane per le quali si possa affermare il contrario. Direi il volo con la tuta alare, la roulette russa o l’abuso di tabacco, alcool e droghe, ma anche in questi casi chi le pratica prova un’emozione per la quale ritiene giusto giocarsi la vita. Per il resto, non mi pare che le statistiche degli incidenti stradali scoraggino molti dal viaggiare…

Guai a sprecare!

vaccino dottore
La vicenda AstraZeneca sta inficiando inutilmente, ma pericolosamente, la fiducia nella vaccinazione.

di Mariapia Garavaglia*

L’arruffata comunicazione, anche attraverso un linguaggio non sempre adatto ai profani di termini medici, sta causando più vittime di quelle percentualmente temute per eventuali e rari danni collaterali. Non si spiegano nemmeno i comunicati sibillini di Ema. Certo che i vantaggi sono superiori ai rischi; vale per ogni farmaco. I medici lo sanno quando prescrivono i farmaci, perciò informino i loro pazienti. Si diano da fare, visto che opportunamente…

Covid-19, Il contagio rallenta ma crollano i tamponi

covid vaccino mano
Terapie intensive: 14 regioni sopra la soglia del 30%. Vaccini: 500 mila somministrazioni al giorno per ora restano un miraggio. Il monitoraggio della Fondazione Gimbe nella settimana 31 marzo-6 aprile.

Il monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe rileva nella settimana 31 marzo-6 aprile 2021, rispetto alla precedente, una diminuzione dei nuovi casi (125.695 vs 141.396), legata in parte alla netta riduzione dell’attività di testing. In lieve calo anche i decessi (2.868 vs 3.000), i casi attualmente positivi (555.705 vs 562.832) e le persone in isolamento domiciliare (522.625…

Agenas e Mes Scuola Superiore Sant’Anna insieme per organizzare una completa ripartenza dei servizi

ospedale5
Prodotta un’analisi preliminare delle prestazioni effettuate dal Ssn, sia in regime ospedaliero sia in ambito di specialistica ambulatoriale.

L’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas), in collaborazione con il Laboratorio Management e Sanità (MeS) della Scuola Superiore Sant’Anna, ha prodotto un’analisi preliminare delle prestazioni effettuate dal Ssn, sia in regime ospedaliero sia in ambito di specialistica ambulatoriale, mettendo a confronto i dati dei primi mesi del 2020, in piena emergenza epidemiologica, con quelli dello stesso periodo 2019. I risultati…