-

Archive | News

Cup 2000: l’Assemblea dei Soci ha nominato i nuovi Amministratori della Società

fosco foglietta

Sono stati riconfermati per la Regione Emilia Romagna Fosco Foglietta nel ruolo di Presidente della Società e per le Aziende Sanitarie Elena Saccenti, Direttore Amministrativo dell’Ausl di Parma. Per la Provincia e i comuni di Bologna e Ferrara è stato nominato Eno Quargnolo, Direttore Settore Servizi Sociali del Comune di Bologna.…

Livelli essenziali di assistenza: otto le Regioni in regola con la verifica adempimenti 2012

italia

Le Regioni oggetto di valutazione sono sedici; risultano adempienti le Regioni Basilicata, Emilia Romagna, Liguria, Lombardia, Marche, Toscana, Umbria e Veneto.La verifica 2012 ha evidenziato, in diverse Regioni, rilevanti difficoltà a risolvere alcune criticità.

Restano otto le Regioni in regola con la verifica del Ministero della Salute sugli adempimenti da assolvere in tema di Livelli essenziali di assistenza (Lea) per l’anno 2012: risultano adempienti le Regioni Basilicata, Emilia Romagna, Liguria, Lombardia, Marche, Toscana, Umbria e Veneto.
Le Regioni oggetto di valutazione…

Ricerca, Ministro Giannini al Campus Bio-Medico: «Priorità assumere 6mila giovani ricercatori all’anno per i prossimi quattro anni»

gianninicampus

Il Ministro dell’Università e della Ricerca è intervenuto alla Giornata della Ricerca dell’Università Campus Bio-Medico di Roma. Tra gli obiettivi del Governo, all’avvio del semestre di presidenza italiana dell’UE, il rafforzamento dei finanziamenti pubblici alla ricerca, anche quelli legati in partnership a iniziative private. Importante anche concentrare le risorse su poche grandi sfide tematiche, con strategie più lineari. Forte l’attenzione al settore biomedico, «che da solo rappresenta quasi la metà della ricerca scientifica».
«La priorità del Governo è un grande piano …

Maroni (Lombardia): sui costi standard non si torna indietro

roberto maroni

«C’è un problema sul fondo sanitario che deve essere approvato domani in Conferenza delle Regioni e su cui Lombardia e Veneto hanno espresso delle riserve, perché così come è stato formulato ci penalizza e non tenendo conto dei costi standard rappresenta un ritorno al passato. Stamattina ho sentito al telefono il ministro della Salute, Lorenzin, e il presidente Vasco Errani, stiamo lavorando e c’è una trattativa in corso perché si arrivi all’approvazione ma senza penalizzare la Lombardia, perché se non si applica il principio dei costi standard per il 2014 noi siamo penalizzati».…

L’83% dei pazienti cronici afferma che poter accedere alla cartella clinica online è un diritto, ma il 53% di essi non sa come fare

cartella clinica

In Italia, la maggioranza delle persone affette da patologie croniche ritiene che i vantaggi di poter accedere alla propria cartella clinica online, superano i potenziali rischi dell’invasione della privacy.

La maggioranza (83%) delle persone affette da malattie croniche in Italia ritiene che i pazienti dovrebbero avere il diritto di accedere a tutte le loro informazioni sanitarie, e quasi due terzi (65%) ritiene che avere accesso alle cartelle cliniche on-line, supera i potenziali rischi per la privacy. È quanto emerge da una nuova ricerca di Accenture condotta in 10 paesi, tra cui l’Italia.…

Equivalenti e biosimilari, Assogenerici: senza un intervento del legislatore ogni mese milioni di euro di mancati risparmi

farmaci2

Le ripetute pronunce della giustizia amministrativa, e ora la relazione del Garante della concorrenza rendono evidente che occorre rivedere la normativa che regge il settore.«Serve un rapido riordino della materia, in linea con la legislazione europea ma soprattutto in linea con i bisogni dell’economia del paese» dice il presidente Enrique Häusermann.

«Ormai non è più possibile rimandare un intervento sulla disciplina di generici e biosimilari che metta fine a una serie di incongruenze che non sono questioni formali, ma costano ogni mese milioni di euro al Servizio sanitario nazionale»…

Patto per la Salute: Ecco cosa non deve mancare

mariapia garavaglia2

Pediatria di famiglia, Cronicità e Innovazione tecnologica. Mariapia Garavaglia, Presidente dell’Istituto superiore di studi sanitari “G. Cannarella” di Roma ed ex ministro della Sanità nel Governo Ciampi, indica in questi tre elementi le assolute priorità che non dovrebbero mancare nel Patto per la Salute «di cui al momento» sottolinea «non è dato conoscere alcun contenuto vista l’inspiegabile secretazione voluta dal ministro della Salute. Ci auguriamo soltanto, anzi, speriamo fortemente» aggiunge Garavaglia «che nel testo allo studio della Conferenza…