-

Archive | News

Sicurezza alimentare: Una Carta per il futuro agroalimentare

alimentazione

Un documento sulla sicurezza del cibo da proporre a tutto il mondo, in occasione dell’Expo 2015. È l’obiettivo del Consiglio nazionale delle ricerche nell’ambito del progetto “Safety for food” presentato il 13 maggio scorso a Milano alla presenza dei ministri delle Politiche agricole alimentari e forestali e della Salute.

Una “Carta Costituzionale dell’Agroalimentare” che contenga indicazioni e buone pratiche per la sicurezza del cibo nell’era della globalizzazione dei mercati, da proporre a tutto il mondo, come eredità dell’Expo…

Lorenzin: Entro giugno il nuovo Patto della Salute

beatrice-lorenzin

Il Patto della Salute sarà concluso entro il mese di giugno. Lo ha detto il ministro della Salute Beatrice Lorenzin ieri rispondendo ad una domanda in occasione del question time alla Camera.

«Il Patto per la salute è un elemento centrale della nostra azione di riqualificazione della spesa sanitaria ma anche di una nuova programmazione della spesa sanitaria» ha spiegato il Ministro. «I lavori che sono cominciati con l’accordo nella Conferenza Stato-regioni hanno avuto un allungamento dei tempi originari dovuti al cambio di Governo e poi all’incertezza derivante dal budget…

Manager italiani: solo il 35% effettua visite specialistiche a scopo preventivo

manager

I dirigenti in Italia affermano di condurre una vita sana, ma di non sottoporsi abitualmente a screening preventivi. Tuttavia un’indagine presentata ieri a Roma rivela che sono favorevoli a programmi e progetti di prevenzione aziendali. Il 72 per cento afferma di condurre una vita sana, evitando stress e comportamenti a rischio, come fumo e alcool; più della metà dichiara di praticare sport e seguire un’alimentazione sana. Tuttavia, solo il 35% effettua visite specialistiche a scopo preventivo, fino a scendere ad appena il 21 % nei check up per la prevenzione dei tumori, mentre resta diffusa…

Terapia del dolore, Siared: tra Stato e Regioni ci rimettono i cittadini

assistenza domiciliare

La Legge n. 38 del 2010 sulla terapia del dolore e cure palliative è un provvedimento all’avanguardia a livello europeo, ma in Italia è ancora una legge per lo più inapplicata per quel che riguarda la cura del dolore cronico.

Il paradosso è che in altre nazioni, come ad esempio la Francia, non esiste una legge di stato che ne obbliga la misurazione e cura, eppure le reti di terapia del dolore, attive da anni, sono parte integrante del sistema sanitario. «Nonostante sia stato stabilito il diritto del paziente alla cura del dolore, nonostante tale diritto faccia parte dei LEA e siano anche stati fissati…

Albo nazionale dei manager della sanitá: Federsanitá Anci esprime condivisione con il ministro Lorenzin

angelo lino del favero

Scuola di formazione nazionale, valutazione a livello centrale, criteri rigidi di selezione sono le priorità da cui partire per tutelare i percorsi professionali del management aziendale. Federsanità Anci esprime una sostanziale condivisione rispetto a quanto dichiarato dal Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, in merito alla necessità di creare un albo nazionale per la selezione dei manager della sanità. «La svolta meritocratica è essenziale però – ha spiegato il Presidente Angelo Lino Del Favero – la creazione di un Albo Nazionale non può prescindere da tre priorità sostanziali.…

Giornata di protesta dei medici europei: rispettare il diritto alla salute

fermiamolimaggio 2014

Domani 15 maggio in tutta Europa i Medici ospedalieri si mobilitano per chiedere ai Governi di rispettare il diritto alla salute, investendo in questo settore e nei professionisti che ci lavorano.
«L’Anaao Assomed ha aderito convinta alla manifestazione di protesta promossa dalla Fems (Federazione dei medici europei), un’occasione» commenta il Segretario Nazionale Anaao Assomed, Costantino Troise «per riportare la sanità anche nell’agenda europea, alla vigilia delle elezioni per il rinnovo del Parlamento. A partire dal profondo disagio dei medici, conseguenza del…

Lotta alla Tbc: molto è stato fatto ma servono interventi globali per limitare l’avanzata della malattia

Giovanni Battista Migliori

«Partiamo dal presupposto che la tubercolosi è potenzialmente prevenibile e curabile, che sono stati fondamentali in questi anni gli sforzi messi in campo a livello mondiale per offrire terapie più efficaci, migliori diagnosi e soprattutto per attivare con regolarità programmi mirati di controllo della malattia» afferma Giovanni Battista Migliori, Responsabile del Centro Collaborativo Oms per il controllo della Tubercolosi e le malattie respiratorie dell’Irccs Fondazione Maugeri di Tradate, Segretario Generale della Società Europea per le malattie Respiratorie (Ers) e autore…