-

Archive | Studi e Ricerca

Covid-19, Iss: nei fumatori il rischio di finire in terapia intensiva è più del doppio

fumo 3

Studi recenti condotti in Cina indicano un aumento significativo del rischio (di almeno 3 volte) di sviluppare polmonite severa da COVID-19 in pazienti con storia di uso di tabacco rispetto a non fumatori.

Recentissimi studi relativi al Covid-19 hanno evidenziato un rischio di malattia più severa tra i fumatori. “Un terzo in più dei fumatori positivi al Covid-19 presentava all’atto del ricovero – afferma Roberta Pacifici dell’Istituto Superiore di Sanità in un articolo pubblicato sul portale dell’Istituto – una situazione clinica più grave dei non fumatori,…

Iss: Un paziente su cinque positivo al coronavirus ha tra 19 e 50 anni

statistiche1

Il 22% dei pazienti positivi al tampone per Sars-CoV-2 ha tra 19 e 50 anni. Lo afferma un’analisi dell’Istituto Superiore di sanità, che rende chiarissimo come in tutte le fasce di età, compresi i giovani, si debbano rispettare le norme di distanziamento sociale. Infografica

“In questi giorni stiamo le cronache riportano molti esempi di violazioni delle raccomandazioni, soprattutto da parte dei giovani – sottolinea Silvio Brusaferro, presidente dell’Iss -. Questi dati confermano come tutte le fasce di età contribuiscono alla propagazione dell’infezione, e purtroppo gli effetti peggiori…

Coronavirus, Iss: febbre e affanno sintomi iniziali più comuni per i deceduti positivi a Covid-19

Brusaferro

Brusaferro: È fondamentale seguire le misure di prevenzione.

Nei pazienti deceduti e positivi al Covid-19-19 i sintomi di esordio più comuni sono la febbre e la dispnea (difficoltà a respirare), mentre meno comuni sono i sintomi gastrointestinali (diarrea) e l’emottisi, l’emissione di sangue dalle vie respiratorie ad esempio con un colpo di tosse. Lo afferma l’analisi dei dati dei 155 pazienti italiani deceduti al 6 marzo condotta dall’Istituto Superiore di Sanità, che aggiorna quella condotta su 105 casi resa nota il 5 marzo. Febbre e dispnea sono presenti come sintomi di esordio rispettivamente…

Al via l’edizione 2020 del premio Capitale europea dell’innovazione

icapital_webvisual_240x160

Allo Startup Youth InnoCamp di Cluj-Napoca, in Romania, la Commissione ha avviato l’edizione 2020 del premio Capitale europea dell’innovazione, noto anche come iCapital. Il concorso è aperto fino al 23 giugno 2020.

Finanziato dal programma di ricerca e innovazione dell’Ue Orizzonte 2020, iCapital è un premio in denaro attribuito ogni anno alla città europea che più di tutte è riuscita a dimostrare la sua capacità di sfruttare l’innovazione per migliorare la vita dei cittadini. «L’innovazione – ha dichiarato ieri Mariya Gabriel, Commissaria…

Studio Iss su 105 deceduti con Covid-2019, età media 81 anni e patologie preesistenti in due terzi dei casi

iss

La comorbidità più rappresentata è l’ipertensione (presente nel 74,6% del campione), seguita dalla cardiopatia ischemica (70,4%) e dal diabete mellito (33,8%).

L’età media dei pazienti deceduti e positivi a Covid-2019 è 81 anni, sono in maggioranza uomini e in più di due terzi dei casi hanno tre o più patologie preesistenti. Lo afferma una analisi sui dati di 105 pazienti italiani deceduti al 4 marzo, condotta dall’Istituto Superiore di Sanità, che sottolinea come ci siano 20 anni di differenza tra l’età media dei deceduti e quella dei pazienti positivi al virus. Il report riguarda 73 pazienti…

Covid-19: In Veneto il primo studio sul coronavirus che studierà la storia naturale del virus

85d8905d-0cce-47e9-9f6a-cfc5305e7db4

Il primo studio sul coronavirus al mondo con confronto tra due campionamenti sulla stessa popolazione, all’inizio e alla fine della quarantena.

Saranno gli scienziati del Dipartimento di Medicina Molecolare dell’Università di Padova a realizzare il primo studio sul coronavirus al mondo che ha lo scopo di studiare la storia naturale del virus, definire al meglio le dinamiche di trasmissione e definire le classi di rischio stratificate per morbilità e mortalità. Ne da notizia la Regione che spiega “Lo studio sarà effettuato sulla popolazione di Vò Euganeo, il piccolo Comune…

Le infezioni da batteri trasmessi da alimenti stanno diventano più difficili da curare

uova

Salmonella e Campylobacter stanno diventando sempre più resistenti alla ciprofloxacina, uno degli antibiotici di elezione per il trattamento delle infezioni causate dai suddetti batteri.

È questa la conclusione dell’ultimo rapporto sull’antibiotico-resistenza nelle zoonosi pubblicato ieri dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) e dall’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa), che presenta anche alcune tendenze positive nel settore animale. I dati più recenti tratti dall’uomo, dagli animali e dagli alimenti…