-

Archive | Studi e Ricerca

Interferone beta per la cura a domicilio dei pazienti Covid-19 ultrasessantacinquenni

cure palliative domiciliari
Al via uno studio clinico Cnr, Istituto Superiore di Sanità e Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Spallanzani.

La terapia domiciliare del Covid-19 dei pazienti con sintomi lievi costituisce uno degli aspetti più importanti nella gestione clinica dei pazienti Covid-19, oltre a rappresentare un argine fondamentale per evitare ricoveri inappropriati e con essi il sovraffollamento degli ospedali. In questo contesto si inserisce uno studio promosso dall’Istituto di Farmacologia Traslazionale (Ift) del Cnr, disegnato in collaborazione con l’Istituto Superiore …

Covid-19, Qual è la probabilità di sviluppare sintomi e di progredire verso condizioni critiche dopo aver contratto l’infezione?

Tamponi
Nuovo studio epidemiologico FBK pubblicato sulla rivista scientifica JAMA Network Open.

Un nuovo studio epidemiologico della Fondazione Bruno Kessler di Trento, pubblicato sulla rivista scientifica JAMA Network Open, ha definito i tassi di sviluppo dei sintomi respiratori e febbre ≥37.5 °C legati all’infezione da SARS-CoV-2 in relazione all’età e al sesso.
Lo studio – il cui primo autore è Piero Poletti del centro di ricerca Health Emergencies di FBK guidato da Stefano Merler – fornisce inoltre stime sulla probabilità di sviluppare dopo l’infezione sintomi critici tali da richiedere…

Mutazioni genetiche e varianti del Sars-CoV-2

covid celeste
Uno studio condotto dal Cnr-Ibiom di Bari insieme all’Università di Bari e all’Università Statale di Milano, con il supporto della piattaforma bioinformatica Elixir Italia, ha sviluppato una nuova e semplice metodologia per la classificazione delle varianti del virus.

Un team dell’Istituto di biomembrane, bioenergetica e biotecnologie molecolari del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Ibiom) di Bari, dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” e dell’Università Statale di Milano, con il supporto della piattaforma bioinformatica messa a disposizione dal nodo italiano…

Mentire o dire la verità: il ruolo della dopamina nelle scelte di persone colpite da malattia di Parkinson

studi
Un’analisi della rassegna scientifica pubblicata da NPJ Parkinson’s Disease, parte del gruppo Nature, ha valutato il ruolo della dopamina nella modulazione delle scelte morali di pazienti colpiti da malattia di Parkinson, in particolare sul mentire o dire la verità.

La malattia di Parkinson è un disturbo neurodegenerativo progressivo caratterizzato dalla perdita di neuroni dopaminergici nei gangli della base e nel circuito talamo-corticale, che provocano alterazioni nel controllo motorio. Una mole crescente di evidenze indica inoltre come i gangli della base sottendano anche …

Malattie neurodegenerative e risposta allo stress cellulare

ricercatrice
Progressi nella ricerca sulla cause molecolari di malattie come SLA, demenze e miopatie

Il gruppo di ricerca di Serena Carra dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia ha identificato due meccanismi che contribuirebbero dello sviluppo di malattie neurodegenerative complesse, fra cui la SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica), l’Alzheimer, la demenza frontotemporale e alcune miopatie. I risultati di questo lavoro, supportato da AriSLA (Fondazione italiana di ricerca per la SLA), dal Ministero degli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale e dalla Banca D’Italia, sono…

Covid-19 e vitamina D, bassi livelli di quest’ultima possono contribuire ad aggravare la prognosi 

ricerca
Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Respiratory research, la carenza di Vitamina D sembrerebbe associata a stadi clinici di COVID-19 più compromessi.

La carenza di Vitamina D (VitD) sembrerebbe associata a stadi clinici di COVID-19 più compromessi. È quanto emerge da uno studio retrospettivo su 52 pazienti, che ha visto la collaborazione dell’ISS, dell’Ospedale Sant’Andrea di Roma e di altre istituzioni, pubblicato sulla rivista Respiratory Research. “Nella nostra indagine abbiamo correlato, per la prima volta, i livelli plasmatici di VitD a quelli di diversi marcatori…

Covid-19, Ecco come i bambini neutralizzano il virus

bambina mascherina 1
Uno studio dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù pubblicato su Cell Reports identifica le caratteristiche immunologiche dei pazienti che meglio reagiscono all’infezione da Sars-CoV-2.

Perché la maggior parte dei bambini colpiti da Sars-CoV-2 ha un decorso rapido e con sintomi lievi? E perché alcuni riescono a neutralizzare il virus prima di altri? La risposta arriva da uno studio dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, che identifica per la prima volta le caratteristiche immunologiche dei bambini che meglio reagiscono all’infezione da nuovo coronavirus, riuscendo…