-

Archive | Studi e Ricerca

Covid-19: Attenzione su nuovi focolai. Continuare su linea prudenza

coronavirus

L’analisi dei dati sulla pandemia in Italia relativi al periodo dal 29 giugno al 5 luglio.

Per i tempi che intercorrono tra l’esposizione al patogeno e lo sviluppo di sintomi e tra questi e la diagnosi e successiva notifica, verosimilmente molti dei casi notificati in questa settimana hanno contratto l’infezione 2-3 settimane prima, ovvero prevalentemente nella terza fase di riapertura (tra il 8- 20 giugno 2020). Alcuni dei casi identificati tramite screening, tuttavia, potrebbero aver contratto l’infezione in periodi antecedenti. È quanto rileva una analisi dei dati relativi…

Oltre 3,3 miliardi di euro “persi” per ricoveri mancati a causa dell’emergenza

ricoveri

Il 15° Instant Report Covid-19 dell’Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi Sanitari dell’Università Cattolica, campus di Roma: continua a scendere il ricorso ai tamponi diagnostici. Quasi tutti i nuovi casi vengono alla luce per sospetto clinico e non grazie ai tamponi.

Si conferma notevole l’impatto economico per il SSN dell’emergenza COVID-19. Si registra una «perdita» di ricoveri non-COVID oltre i € 3,3 miliardi. Mentre la nuova analisi di scenario relativa ai costi per il trattamento dei casi positivi guariti e/o deceduti mostra che il «costo» stimato per il SSN dei …

Adulti italiani sempre più sedentari e in sovrappeso, soprattutto al Sud

sedentarietà

Più della metà degli ultra65enni fa attività fisica leggera ma 1 su 10 ha problemi di deambulazione. Ecco i dati 2016-19 dei sistemi di sorveglianza Passi e Passi d’argento coordinati dall’Iss.

Scarsa attività fisica, poca frutta e verdura in tavola e in lotta con la bilancia. È questa la fotografia scattata dai Sistemi di sorveglianza Passi (Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia) coordinati dall’Iss sulla popolazione 18-69 anni (Passi) e sugli ultra65enni (Passi d’argento). “È la prima volta – afferma l’Iss – che i dati delle due sorveglianze…

Covid-19, Iss-Istat: A maggio consistente riduzione della mortalità nelle aree più colpite

statistiche

Il terzo rapporto sulla mortalità della popolazione residente a cura di Istat e Iss. Si conferma la diffusione eterogenea dell’epidemia sul territorio. Nel mese di maggio la mortalità totale torna sui livelli medi 2015-2019

Il numero di casi Covid-19 segnalati in Italia ammonta a 232.639 fino al 31 maggio 2020, raggiunge il massimo nel mese di marzo, con 113.351, e diminuisce progressivamente nei mesi successivi; nel mese di maggio sono 22.893. Resta invariata la prevalenza di casi femminili (54,2%) e la classe mediana dei casi (60-64 anni rispetto al range 0-100). L’1% dei casi Covid-19…

Clima, Nei prossimi 5 anni temperature più alte di 1,5°

clima

A livello globale temperature in aumento nei prossimi 5 anni. Secondo le ultime stime dell’Organizzazione Meteorologica Mondiale, vi è anche la probabilità che venga superato il limite di 1,5° stabilito dall’Accordo di Parigi.

La temperatura globale media annua sarà probabilmente di almeno 1° C al di sopra dei livelli preindustriali (1850-1900) in ciascuno dei prossimi cinque anni (2020-2024) e vi è una probabilità del 20% che superi 1,5 ° C in almeno un anno, secondo le nuove previsioni climatiche emesse dall’Organizzazione meteorologica mondiale (Wmo). Il Global Climate to…

Acque reflue e coronavirus, al via la rete‘sentinella’ di sorveglianza epidemiologica

acque di scarico

Il progetto Iss, condiviso con la Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, coinvolge SNPA, ASL, IZS, Università, centri di ricerca e attraverso Utilitalia oltre 50 gestori del servizio idrico integrato.Si parte a luglio da alcune località turistiche.

Prende il via il progetto di sorveglianza epidemiologica di Sars-Cov-2 attraverso le acque reflue urbane (SARI, Sorveglianza Ambientale Reflue in Italia), che potrà fornire indicazioni utili sull’andamento epidemico e sull’allerta precoce di focolai nelle prossime fasi dell’emergenza. Una rete di strutture territoriali…

Studio pilota in località sciistiche di Trento, il 23% della popolazione ha gli anticorpi per Covid-19 

canazei

In particolare si è rilevata una percentuale di positività del 27,73% a Canazei, del 24,7% a Campitello di Fassa, del 23,61% a Vermiglio, del 20,97%  a Borgo Chiese, del 17,81% a Pieve di Bono-Prezzo.

“Gli studi di sieroprevalenza sono fondamentali per comprendere la dimensione dell’epidemia di Covid-19 sul territorio, che possono anche consentire l’identificazione dei sintomi non evidenti (oppure clinicamente non rilevanti) associati all’infezione da SARS-CoV-2”. È quanto spiega l’Istituto Superiore di Sanità che ha supportato, su richiesta della Provincia…