-

Archive | Studi e Ricerca

Evento nascita, In Italia si conferma un ricorso eccessivo al parto cesareo

gravidanza

Pubblicato il Rapporto annuale sull’evento nascita in Italia che illustra le analisi dei dati rilevati per l’anno 2017 dal flusso informativo del Certificato di Assistenza al Parto (CeDAP).

Si conferma il ricorso eccessivo all’espletamento del parto per via chirurgica. In media, nel 2017 il 32,8% dei parti è avvenuto con taglio cesareo, con notevoli differenze regionali che comunque evidenziano che in Italia vi è un ricorso eccessivo all’espletamento del parto per via chirurgica. Rispetto al luogo del parto si registra un’elevata propensione all’uso del taglio cesareo nelle case di…

Il tabacco è responsabile del 20% dei decessi per malattia coronarica

fumo 3

“I governi  possono aiutare i consumatori di tabacco a smettere di fumare aumentando le tasse sui prodotti del tabacco, imponendo divieti sulla pubblicità del tabacco e offrendo servizi per aiutare le persone a smettere di fumare” sottolinea l’Oms.

Ogni anno, 1,9 milioni di persone muoiono di malattie cardiache indotte dal tabacco, secondo una nuova nota rilasciata ieri dall’Organizzazione mondiale della sanità, dalla World Heart Federation e dall’Università di Newcastle in Australia in occasione della Giornata mondiale del cuore, che sarà celebrata…

Trapianto di rene, scoperta una possibile soluzione al rigetto dell’organo

trapianti

Grazie al lavoro di medici e ricercatori dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs. Lo studio, in collaborazione con le Università di Bari, Foggia e Padova, pubblicato su Clinical Journal of the American Society of Nephrology.

Scoperto da medici e ricercatori dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, campus di Roma e della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs un meccanismo fondamentale nello sviluppo del 70% delle reazioni di rigetto dei trapianti di rene. Il risultato dello studio …

Covid-19, Contagi in aumento e rialzo età media

Coronavirus-Italia-8-1152x768

Il report di monitoraggio curato da Iss e Ministero della Salute con una analisi dei dati relativi al periodo 7-13 settembre 2020:  In Italia viene trasmesso prevalentemente in contesti domiciliari e familiari con trasmissione del virus dalle fasce di età più giovanili a quelle più anziane. Necessario mantenere elevata la resilienza dei servizi territoriali.

In Italia si osserva un lento e progressivo peggioramento dell’epidemia di SARS-Cov-2, sebbene con un andamento più contenuto rispetto a quello osservato in altri Paesi europei. Anche in questa settimana si rileva una trasmissione…

Risultati promettenti da uso avanzato della risonanza magnetica per diagnosi precoce e monitoraggio progressione malattie neurodegenerative

ricerca7

La ricerca, condotta da studiosi italiani, è stata pubblicata sulla rivista scientifica ‘Neurology’. Lo studio cofinanziato da AriSLA.

L’applicazione di tecniche avanzate di neuroimmagine, basate sull’utilizzo della risonanza magnetica (RM), si è dimostrata uno strumento molto promettente per identificare biomarcatori affidabili per la diagnosi precoce e il monitoraggio della progressione delle malattie del motoneurone (MND), grazie alla elevata sensibilità per le alterazioni dell’encefalo tipiche di queste malattie e alla loro non-invasività. Sono questi alcuni dei risultati…

20° Instant Report Altems Covid-19: Ricoveri in aumento soprattutto nel Centro – Sud

ospedale

Quanto alle liste di attesa solo Marche e Toscana hanno stilato un piano per abbatterle.

Aumentano i ricoveri per il Covid-19 soprattutto nelle regioni del Centro e del Sud. Analizzando l’andamento dei pazienti ricoverati sui positivi, vediamo un incremento maggiore nelle regioni del Centro (8,55%) e del Sud (8,52%) rispetto alle regioni del Nord (4,38%). In Valle d’Aosta la percentuale di ricoverati sui positivi cresce rispetto alla settimana scorsa, mentre in Piemonte avviene il contrario. Si segnala un andamento pressoché stabile nella Regione Lombardia. Nelle regioni del Centro…

Unicef/Save the Children: 150 milioni di bambini in più in condizioni di povertà a causa del Covid-19

bambini

La pandemia di coronavirus ha spinto altri 150 milioni di bambini in una povertà multidimensionale ovvero privi di istruzione, salute, alloggio, nutrizione, servizi igienici o acqua. 

Secondo una nuova analisi dell’Unicef e di Save the Children lanciata ieri, il numero di bambini che vivono in condizioni di povertà multidimensionale è salito a circa 1,2 miliardi a causa della pandemia di Covid-19. Si tratta di un aumento del 15% del numero di bambini che vivono in condizioni di privazione nei paesi a basso e medio reddito, ovvero di altri 150 milioni di bambini da quando la pandemia…