-

Malattie rare, i pazienti chiedono al Governo: «Mai più Stamina»

stamina

In audizione al Senato l’Alleanza europea e la Federazione italiana dei malati rari chiedono un impegno nel rivedere le norme per l’accesso alle terapie avanzate che, sia in Italia che in Europa, sono insufficienti a tutelare la salute e la sicurezza dei pazienti.

Terkel Andersen, Presidente di Eurordis, l’alleanza europea di associazioni di malati rari, Renza Barbon Galluppi, Presidente di Uniamo Fimr onlus, federazione italiana di malati rari e Sara Casati, Bioeticista per Uniamo Firm onlus, sono stati auditi l’8 luglio 2014 dalla Commissione XII, Igiene…

Medicine complementari “bocciate” dalla scienza: «i loro calcoli sono sbagliati»

omeopatia

Esperti: usarle distoglie fondi dalla medicina strettamente basata sulla scienza.

Da molti anni le cosiddette medicine complementari (chiamate anche ‘non convenzionali’ o alternative), come ad esempio l’agopuntura e l’omeopatia, provano a dimostrare la loro fondatezza e utilità usando i metodi scientifici e i moderni studi clinici. Ora però uno studio afferma che queste cure si dichiarano efficaci e credibili sulla base di un calcolo sbagliato: le prove cliniche effettuate finora dalle medicine complementari non sarebbero, in sostanza, valide. Una circostanza non da poco, visto…

Su Nature lo studio che apre nuove prospettive per la cura non invasiva dei tumori

ricerca

Con lo studio congiunto Iit-Ieo si apre così una nuova strada per un modello pre-clinico, primo passo per lo sviluppo di terapie molecolari mirate in sostituzione della chemioterapia.

I ricercatori dell’Istituto Italiano di Tecnologia (Iit) e dell’Istituto Europeo di Oncologia (Ieo) a Milano hanno migliorato la comprensione di uno dei meccanismi genetici alla base della proliferazione di uno specifico tumore – una sottoclasse di linfoma -, chiarendo il ruolo della proteina Myc e dei geni da essa regolati. La scoperta apre nuove vie di sviluppo terapeutico, quali nuovi farmaci antitumorali…

Patto della Salute, Milanese (presidente FederazioneSanità Confcooperative): un atto deludente

giuseppe milanese

«Un atto deludente» Così Giuseppe Milanese, presidente FederazioneSanità Confcooperative definisce la Bozza del Patto della Salute. «Si parla di nuova governance» spiega Milanese, «ma in realtà si prende atto dell’ingovernabilità di un sistema policentrico (Stato e Regioni) che vuole rimanere accuratamente blindato e chiuso rispetto alla sussidiarietà orizzontale del partenariato pubblico – privato e della mutualità integrativa». «Non vorremmo fosse un’occasione mancata – aggiunge Milanese – nel Patto, infatti, non c’è riferimento in neanche una riga sullo sviluppo della sussidiarietà…

Riforma del Terzo settore al via

terzo settore

Approvato ieri in Consiglio dei Ministri il disegno di legge delega per la riforma del Terzo settore. Il documento attribuisce al Governo la delega ad adottare, entro un anno in vigore della legge delega, uno o più decreti legislativi recanti il riordino e la revisione organica della disciplina degli enti privati del Terzo settore e delle attività “che promuovono e realizzano” precisa la nota del Cdm “finalità solidaristiche e di interesse generale, anche attraverso la produzione e lo scambio di beni e servizi di utilità sociale in attuazione del principio di sussidiarietà, al fine di sostenere…

Patto Salute: alla fine trovata l’intesa

conferenza regioni

Al termine di una giornata abbastanza intensa Stato e regioni hanno trovato la quadra per approvare il patto della Salute 2014-2016. Le Regioni hanno respinto il nuovo testo del patto della salute inviato dal Governo e che oggi pomeriggio avrebbe dovuto vedere la definitiva approvazione in poco tempo. “Per noi – aveva sottolineato Luca Zaia, presidente del Veneto – vale il documento approvato dalla Conferenza delle Regioni di giovedi’ scorso. Nel testo diffuso oggi, invece, le Regioni avrebbero riscontrato novità che “non abbiamo mai visto e che non possiamo accettare”. …

Ripa di Meana “nuovo” Presidente Fiaso

francesco ripadi meana1

L’Assembla nazionale della Fiaso, la Federazione Italiana Aziende Sanitarie ed Ospedaliere, riunitasi oggi a Roma, ha eletto Presidente Francesco Ripa di Meana, Direttore generale della Azienda USL di Bologna, tra le più grandi Aziende sanitarie d’Italia. 63 anni, medico, specialista in medicina del lavoro e in programmazione sanitaria, con una lunga esperienza nella cooperazione internazionale, Ripa di Meana aveva già diretto la Federazione dal 2006 al 2009, rilanciandone l’attività anche grazie alla creazione dei Laboratori di ricerca della FIASO, che hanno dato impulso a nuove…

Il Cnb al Quirinale. Napolitano: dal Parlamento troppo silenzio sulla bioetica

napolitano casavola

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha ricevuto oggi al Quirinale i membri del Comitato Nazionale per la Bioetica, guidati dal Presidente Francesco Paolo Casavola. Nel corso dell’incontro il Presidente Casavola, illustrando le diverse attività che hanno caratterizzato l’impegno del Cnb negli ultimi anni, anche a livello internazionale, e gli obiettivi che esso si è prefisso di raggiungere nell’attuale mandato, ha messo in rilievo le questioni poste alle persone e alla società nel suo complesso dai progressi scientifici e dall’evoluzione della vita umana. Il …

Patto: testo cambiato, le Regioni non firmano

conferenza regioni

Le Regioni hanno respinto il nuovo testo del patto della salute inviato dal Governo che oggi pomeriggio avrebbe dovuto vedere la definitiva approvazione. “Per noi – dice Luca Zaia, presidente del Veneto – vale il documento approvato dalla Conferenza delle Regioni di giovedi’ scorso. Nel testo diffuso oggi, invece, le Regioni avrebbero riscontrato novità che “non abbiamo mai visto e che non possiamo accettare”. Secondo Zaia esiste “un conflitto evidente tra il ministero dell’Economia e quello della Salute. Ora sono loro a …