-

Test Medicina, Calabrò: Parlamento abbia voce in capitolo nella riforma

univiversità3

Presentata insieme con Roccella risoluzione VII Commissione.
«Rivedere, ma mantenere il numero programmato nell’accesso alle facoltà di medicina, prevedendo prove d’ingresso selettive che abbiano ad oggetto esclusivamente materie attinenti ai corsi di laurea prescelti; pubblicazione da parte del Ministero dell’istruzione di testi di preparazione sugli argomenti oggetto dei quesiti al test nazionale e ancora attività di orientamento nella scelta della facoltà, attraverso test e colloqui attitudinali durante il terzo e quarto anno della scuola secondaria superiore.…

Infermieri: farmacie dei servizi, sanità integrativa e convenzioni le nuove strade possibili della libera professione

assistenza

Dalla III conferenza nazionale di Bologna le indicazioni per il futuro della libera professione. Annalisa Silvestro (senatrice e presidente Federazione nazionale Ipasvi): «Si tratti di liberi professionisti come di infermieri dipendenti, bisogna ragionare sempre in termini di rete e tutti, medici compresi, dobbiamo reciprocamente confrontarci». Mario Schiavon (presidente Enpapi): «Gli infermieri continuano a essere tra le figure più riconosciute e apprezzate dai cittadini».

L’esercizio libero professionale degli infermieri ha diverse strade possibili da percorrere…

Online una guida dell’Eu-Osha per la gestione dello stress e dei rischi psicosociali

guidastressosha

Sarà pubblicata in 34 versioni diverse, adattate al contesto del Paese di riferimento, e si rivolge in particolare ai datori di lavoro e ai lavoratori delle piccole e micro imprese per aiutarli a comprendere meglio questo problema, che rappresenta un fattore di preoccupazione per l’80% delle aziende europee.

Nell’ambito della campagna “Ambienti di lavoro sani e sicuri”, l’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (Eu-Osha) ha messo a disposizione online una guida dedicata alla gestione dello stress lavoro-correlato e dei rischi psicosociali, il tema al centro delle iniziative…

Eurobarometro: cresce il sostegno dei cittadini europei agli aiuti allo sviluppo

Eurobarometro

La salute è considerata la sfida più urgente per il futuro paesi in via di sviluppo (39%) e l’accesso alle cure mediche emerge come l’elemento più importante per condurre una vita in condizioni dignitose (65%). 

Il 67 per cento dei cittadini europei ritiene che il sostegno agli aiuti allo sviluppo vada rafforzato, mentre l’85 per cento di essi ritiene che sia importante aiutare le persone nei Paesi in via di sviluppo: in entrambi i casi si tratta di una percentuale in aumento rispetto agli ultimi anni, nonostante la crisi situazione economica. È quanto emerge dalla nuova indagine di Eurobarometro,

Comma 566 della Legge di stabilità, Cozza (Fp Cgil Medici): Basta con i balletti delle responsabilità

massimo cozza

«L’introduzione nella legge di stabilità del comma 566 che tenta di ridefinire, in modo confuso, le competenze in sanità, senza sentire tutti gli attori coinvolti» dichiara Massimo Cozza, Segretario Nazionale Fp-Cgil Medici, «rappresenta un errore che rischia di dividere il mondo professionale sanitario, a danno di tutti. Per quanto ci riguarda, con coerenza, torniamo a ribadire che le diverse figure professionali, a partire dal medico, devono concorrere alla tutela della salute avendo come stella polare i bisogni del paziente in un quadro sempre più innovativo nei processi…

La diffusione sul territorio del Fascicolo Sanitario Elettronico (Fse) è ancora molto frammentata

sanità elettronica

Solo il 13% della popolazione è dotata di un fascicolo attivo. Entro novembre 2015 tutte le aziende sanitarie dovranno consentire il pagamento online delle prestazioni erogate e rendere disponibili i referti anche in formato digitale. È quanto sottolinea il primo report della consultazione pubblica online del piano “Crescita Digitale” conclusa il 20 dicembre 2014.
I piani “Crescita Digitale” e “Banda Ultra Larga” elaborati dalla Presidenza del Consiglio insieme al Ministero dello Sviluppo Economico, all’Agenzia per l’Italia Digitale e all’Agenzia per la Coesione, sono finalizzati…

Libera professione degli infermieri per tre milioni di cittadini

infermieri

Le prestazioni private valgono secondo il Censis oltre 850 milioni l’anno. Annalisa Silvestro (senatrice e presidente Federazione nazionale Ipasvi): «La libera professione è per gli infermieri valore aggiunto per la ridefinizione delle modalità e dei contenuti della risposta assistenziale e per una ulteriore crescita e visibilità professionale». Mario Schiavon (presidente Enpapi): «Fatturati e redditi in crescita fino al 2010: la crisi ha riportato il tutto al livello del 2004».
Nel 2012 sono stati 1,4 milioni i cittadini hanno fatto ricorso a un infermiere privato per avere assistenza…

Le 22 professioni sanitarie scrivono a Governo e Regioni: «Applicate subito la legge di stabilità per ridefinire l’organizzazione del lavoro»

personale sanitario

Lettera unitaria a Governo e Regioni dei rappresentati delle 22 professioni sanitarie (oltre 640mila operatori) per sollecitare dopo il varo della legge di stabilità 2015 l’applicazione degli accordi già raggiunti e aprire i tavoli di concertazione per definire tutti i percorsi.
Le professioni sanitarie spingono l’acceleratore sull’applicazione della legge di stabilità 2015 e chiedono di far partire subito l’iter di riorganizzazione del lavoro per i processi di cura e di assistenza. E lo fanno con una lettera firmata da infermieri, ostetriche, tecnici di radiologia media e dal Conaps

Apm dichiara inaccettabile il comma 566 della Legge di Stabilità

logo Apm

«Per la tutela della salute dei cittadini non si possono limitare la competenza e il ruolo del medico».

Il comma 566 della Legge di Stabilità, approvata a dicembre scorso e pubblicata in GU prima della fine dell’anno, solleva questioni che per Alleanza per la Professione Medica (Aaroi Emac – Andi – Cimo – Cimop – Fesmed – Fimmg – Fimp – Sumai) non possono essere affrontate con poche righe, senza ulteriori approfondimenti sui ruoli di tutte le professioni sanitarie. «Oggi, con il comma 566 si è voluto dare una copertura legislativa alle sperimentazioni…