-

Diamo Voce al Dissenso verso il Modello H16. Manifestazione l’11 maggio a Montecitorio

continuità assistenziale

di Ermanno De Fazi*

Questo articolo non è la celebrazione dei quarantanni di uno dei film più rivoluzionari della  storia del cinema, “Qualcuno volò sul nido del cuculo” (Milos Forman, 1975) con l’attore e premio Oscar Jack Nicolson, ma l’allegoria di una Sanità Pubblica in cui si sta limitando il diritto all’autodeterminazione professionale. Con l’ipotesi di attuazione del modello H16, le aggregazioni funzionali territoriali (AFT) ed il ruolo unico, piuttosto che un’importante opportunità di crescita, rischiano di essere uno strumento per circoscrivere, in un ambito sempre più ristretto,…

Inquinamento da Pfas in Veneto: presentati da Iss e Regione i risultati delle analisi

acqua3

Presentati ieri i primi risultati derivanti dallo studio di biomonitoraggio che la Regione ha realizzato con l’Istituto Superiore di Sanità relativamente all’inquinamento da sostanze perfluoro alchiliche (PFAS) rilevato in alcune aree del territorio. Erano presenti l’Assessore alla Sanità Luca Coletto, il Direttore Generale della Sanità Veneta Domenico Mantoan, Francesca Russo del Settore Promozione e Sviluppo Igiene e Sanità Pubblica della Regione, Loredana Musmeci dell’Istituto Superiore di Sanità, Marco Martuzzi dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, il Direttore…

Hiv, Msf: Lotta destinata a fallire se non si da priorità immediata all’Africa occidentale e centrale

Paoua hospital. Service pediatrie *** Local Caption *** In CAR, despite an overall increase in aid in recent years, access to health care remains a major problem, even in areas that are not directly affected by the conflict. A majority of Central Africans continue to live in extremely precarious conditions. Several mortality surveys conducted by MSF in particular regions of the country highlight crude mortality rates and specific extremely high - sometimes three to five times higher than the emergency threshold.<br />These mortality rates are partly attributable to a structural deficit of the health system that does not allow the public to have access to basic health care for diseases such as malaria, respiratory infections and diarrheal diseases.<br />In Paoua, MSF teams are working in collaboration with the Ministry of Health in all hospital reference departments (pediatrics, surgery, maternity, emergency, hospitalization and HIV & TB treatment). In 2011, MSF issued more than 72,000 consultations in Paoua hospital and peripheral health centers, and more than 6600 patients have been hospitalized. The teams have conducted over 8000 ANC consultations and 1432 deliveries. MSF also supports patients with advanced AIDS and cases of co-infection HIV / TB. In 2011, 247 patients received antiretroviral therapy.<br />

“L’obiettivo globalmente condiviso di debellare l’epidemia di HIV entro il 2020, non verrà mai raggiunto se non verrà  data una forte accelerazione alla risposta contro il  virus in Africa centrale e occidentale dove le persone sieropositive continuano a soffrire inutilmente e a morire in silenzio”, avverte l’organizzazione medico umanitaria Medici Senza Frontiere (MSF) in un nuovo rapporto. MSF lancia un appello alle agenzie delle Nazioni Unite, ai donatori europei, al Fondo Globale e al PEPFAR, così come ai governi interessati e alla società civile, perché sviluppino…

Accreditato da Airtum il registro tumori della provincia di Viterbo

registro tumori

È il secondo in tutta la regione Lazio, dopo Latina, ad aver ottenuto l’importante riconoscimento.

Il registro tumori di popolazione della provincia di Viterbo è stato accreditato a livello nazionale. La comunicazione formale alla Asl è avvenuta durante la ventesima riunione dell’Associazione italiana registri tumori (Airtum), che si è svolta a Reggio Emilia dal 13 al 15 aprile. “L’importante riconoscimento” spiega la Asl di Viterbo “è giunto al termine di una lunga e complessa procedura culminata in una site visit, avvenuta venerdì 8 aprile, nella sede del registro…

Impiantato a Siena il primo defibrillatore sottocutaneo contro la morte cardiaca improvvisa

teamCardiologia_impiantoCuore

Impiantato a Siena, al policlinico Santa Maria alle Scotte, il primo defibrillatore sottocutaneo contro la morte cardiaca improvvisa. L’innovativo intervento è stato effettuato dall’UOC Cardiologia dell’AOU Senese, diretta da Roberto Favilli, su un paziente di 48 anni, portatore di esiti di infarto e a rischio per morte improvvisa aritmica. La procedura è stata eseguita dall’equipe di aritmologia interventistica, con i cardiologi Claudia Baiocchi e Valerio Zacà, coadiuvati dagli infermieri  Sabrina Tozzi e Michele Lenzini. «L’avanzamento tecnologico»…

Sardegna: la Giunta approva approva le linee d’indirizzo per il protocollo Regione-Università e regolamento Izs

posto letto

Tra i punti inseriti nelle Linee di indirizzo c’è il riferimento ai posti letto necessari per consentire l’attività didattica, che saranno assegnati “sulla base degli indirizzi impartiti dalla programmazione regionale, dei vincoli imposti dalla normativa vigente in materia, nel rispetto degli standard qualitativi, strutturali, tecnologici e quantitativi relativi all’assistenza ospedaliera”. 

Via libera della Giunta regionale della Sardegna, su proposta dell’assessore della Sanità Luigi Arru, alle “Linee di indirizzo per l’adozione del nuovo Protocollo d’intesa tra…

Italia prima, su 120 Paesi per l’utilizzo della Toolbox, la piattaforma digitale di e learning, creata da EUPATI

Workshop Accademia dei Pazienti (2)

A Roma il workshop dell’Accademia dei Pazienti – Eupati Italia. Accademia dei pazienti con Aifa per formare pazienti “esperti e attivi” nei processi di ricerca e sviluppo dei farmaci. Filippo Buccella, Chairman Accademia dei Pazienti: «Ora occorre definire presto le regole d’ingaggio dei pazienti nei processi decisionali». 

“Conoscere per decidere” è questo il claim di Accademia dei Pazienti Onlus, EUPATI Italia, che promuove il coinvolgimento dei pazienti nei processi decisionali inerenti la ricerca dei farmaci e i regolamenti che ne disciplinano lo sviluppo facendo propri i concetti…

Malaria, Ufficio Regionale Europeo dell’Oms: la Regione Europea è malaria free

endmalaria-ENG

Da oltre 90.000 casi a zero in due decenni.

La Regione Europea è la prima al mondo ad avere raggiunto l’interruzione di trasmissione della malaria indigena. Il numero di casi di malaria indigeni è sceso da 90.712 nel 1995 a zero casi nel 2015. In vista della Giornata mondiale della malaria 2016, l’Oms annuncia che la Regione Europea ha colpito il suo obiettivo 2015 di spazzare via la malaria, contribuendo così a raggiungere l’obiettivo globale di “Fine della malaria per sempre”. «Questa è una pietra miliare nella storia della sanità pubblica in Europa e negli sforzi…

Dalla Commissione un nuovo cloud europeo per la scienza aperta

conoscenza

Fornirà a 1,7 milioni di ricercatori e a 70 milioni di professionisti della scienza e della tecnologia in Europa un ambiente virtuale per l’archiviazione, la condivisione e il riutilizzo dei dati a livello interdisciplinare e transfrontaliero. Secondo la Commissione europea “il libero accesso ai dati della ricerca può contribuire a rafforzare la competitività dell’Europa, a beneficio delle startup, delle PMI e dell’innovazione basata sui dati, anche nel campo della medicina e della sanità pubblica”.

«Il nostro obiettivo è creare un cloud europeo …